Michele De Vita Conti


Biografia:

Inizia a lavorare in ambito teatrale come aiuto regista di Massimo Navone, Carlos Martìn, Giampiero Solari, tra il 1986 e il 1992. Si diploma in regia teatrale presso la Scuola d'Arte Drammatica "Paolo Grassi" di Milano nel 1990, dove ha seguito il lavoro, tra gli altri, di Heiner Müller, Thierry Salmon, Tadeusz Kantor e dove è stato allievo di Yoshi Oida e Francois Kahn.

Dal 2006 viene invitato periodicamente a Milano dalla "Paolo Grassi" ad insegnare agli allievi dei corsi di recitazione, regia e drammaturgia e a produrre con loro spettacoli.

Dal 2000 vive a Berlino, continuando a lavorare in Italia e in altri paesi. In circa vent'anni di professione ha realizzato una quarantina di spettacoli in svariati paesi d’Europa e America Latina. Dal 2009 collabora stabilmente con Vitaliano Trevisan, con cui è impegnato nella realizzazione di diversi progetti teatrali.

Come autore teatrale ha scritto La catena del freddo (2001) e Gli anni chiusi (2004), entrambi selezionati per il Premio Riccione. In collaborazione con Johnny Lodi ha scritto Mirage (2006), mentre con Giuseppe Battiston ha scritto Orson Welles' Roast(2008).