EXTRACURRICULARI / SERALI E OPEN CLASS / ONLINE

EX-TRA

Liberare la propria voce naturale 2022-23 (on line)

Corso di educazione vocale - metodo Linklater

EXTRACURRICULARI / SERALI E OPEN CLASS / ONLINE

EX-TRA

Liberare la propria voce naturale 2022-23 (on line)

Corso di educazione vocale - metodo Linklater

Liberare la propria voce naturale 2022-23 (on line)

Le dinamiche dell’espressione vocale per potersi esprimere liberamente in scena e nella vita

Corso di educazione vocale, che accompagna lungo ciascuno degli step della progressione Linklater. Aiutando la mente ad entrare nel corpo e a diventare consapevole delle tensioni inibitorie che spesso risiedono in quel ponte fra il mondo esterno e la sfera emotiva che è il respiro, si arriva a sciogliere tale tensioni in modo che tutto il corpo risuoni e l’attore o la persona si possano esprimere liberamente e pienamente attraverso la voce. A tale scopo il corso propone un approccio che combina consapevolezza, tecnica, immaginazione e gioco e conduce a conoscere e ampliare le capacità della propria voce.

E’ richiesto al partecipante di portare un monologo di Shakespeare a memoria solida, fornirsi di uno specchietto, avere in casa una sedia con sedile piatto e senza braccioli, vestiti comodi e a strati, 4 fogli bianchi A4 (quelli da stampante) e dei pennarelli (almeno 4).

E' il secondo corso del ciclo che si svolge il martedì: 'Tecnica, libertà e padronanza: il lavoro sulla voce e il lavoro sul testo'.

a cura di Margarete Assmuth

date: 21 febbraio - 28 marzo 2023

180 €

L'ammissione è a costo zero.
Il costo del corso è di € 180
:
il pagamento si effettua tramite MAV o carta di credito contestualmente all'iscrizione (clicca per ulteriori informazioni: Modalità di pagamento).
Il nostro Ente non ha l'obbligo di emettere fatture: in caso si prega di farne richiesta al momento del pagamento e in ogni caso non oltre il termine del mese in cui questo viene effettuato.

Scadenza 19 gennaio 2023 - procedura esclusivamente on line

Per iscriversi all'ammissione:
cliccare il link indicato (barra arancione), allegando CV (non solo relativo ad eventuali esperienze teatrali, ma generale), completo di foto tessera, in PDF + breve lettera motivazionale in PDF.
La comunicazione dell'esito dell'ammissione avviene tramite email il 27 gennaio 2023 circa.

Valutazione della documentazione presentata

L'ammissione avviene sulla base della documentazione presentata:
valutazione del CV + valutazione della lettera motivazionale + verifica ordine di arrivo dell'iscrizione all'ammissione completa e correttamente caricata. Nella lettera motivazionale devono essere descritti prevalentemente i propri obiettivi formativi: cosa ci prefigge di imparare e perché.

Comunicazione ammessi: dal 27 gennaio 2023 (email) /
Scadenza iscrizione corso per gli ammessi: 2 febbraio 2023 (procedura esclusivamente on line)

Per iscriversi al corso:
effettuare l'iscrizione on line + il pagamento del corso, seguendo le istruzioni che si ricevono via email nella comunicazione di avvenuta ammissione.
E' previsto immediato subentro della lista d'attesa in caso di rinuncia o di non iscrizione entro i termini.

Frequenza: Obbligatoria

Si rilascia attestato di frequenza.
Assenze: è necessario non avere superato il 25% del monte ore per ricevere l'attestato. In particolare in questo corso, data la densità di informazioni in una singola lezione ma anche la sua brevità, non sono benvenute le assenze.

Non è possibile recuperare in alcun modo le assenze fatte
, né come monte ore, né come contenuti. Si sconsiglia quindi l'iscrizione al corso se si sa di non poterlo frequentare nella sua interezza, lasciando il posto a chi invece è in grado di garantire la propria presenza a tutte le lezioni.

Si richiede la massima puntualità.

E' richiesta la completa disponibilità a preparare tra una lezione e l'altra quanto eventualmente assegnato dal docente.

Il corso si svolge interamente online su piattaforma Zoom. E' consigliabile seguirle con un computer invece che con un device (ma è comunque possibile utilizzare device), in uno spazio in cui sia possibile alzarsi in piedi, muoversi liberamente dentro il raggio di ripresa della webcam ed essere soli.

Metodo Linklater

Il metodo Linklater si basa su una progressione di esercizi che portano lo studente a sfruttare la forza della struttura scheletrica. Questo permette di rilassare la muscolatura e conseguentemente la libertà del respiro, la connessione con un impulso comunicativo, il rilascio della voce allacciato a tale impulso, la vibrazione di tutto il corpo, la rilassatezza della gola e della cavità orale (garanzia di fuoriuscita libera della voce). Da qui si arriva ad ampliare la capacità respiratoria attraverso il rilascio di impulsi più grandi, ad accrescere la forza della voce attraverso l'apertura degli spazi risuonanti (dai suoni più bassi e quelli più alti insieme a tutta la gamma di suoni che intercorrono dal più basso al più alto) e la messa a punto del 'device' di modulazione e interruzione precisa e riconoscibile del flusso sonoro che è costituito dall’articolazione.

Descrizione

La voce può essere un mezzo che rivela pensieri e soprattutto stati d’animo oppure può mascherare ciò che la persona realmente sente per esternare un contenuto emotivo confezionato. In tal modo la voce descrive un'emozione anziché rivelarla. Per rendere la voce capace di rivelare e quindi di essere libera di esprimere qualunque sfumatura di pensiero o stato d’animo, il lavoro sulla voce non può essere un semplice allenamento ginnico e meccanico. Partendo dal presupposto che ogni bambino sano abbia un’espressione vocale libera, ogni persona ha avuto l’esperienza di una voce libera e dunque la memoria del corpo contiene questo ricordo. Si tratta quindi di ritrovare qualcosa che già c’è e che è stato perso perché il bambino non era consapevole di ciò che accadeva. E questo sarà l'aspetto più importante del corso – portare consapevolezza nel corpo, nel respiro, nella mente e nel sentire. La consapevolezza aiuterà a togliere tensioni che inibiscono la connessione impulso – respiro – voce – risonanza (e dunque forza) – articolazione. L’altro aspetto del lavoro sarà dato dei giochi che rendono piacevole il percorso insieme a tante proposte sul rafforzamento dell’immaginazione. Una volta resa libera la voce, la persona sarà anche capace di rimascherarla in modo che la voce non debba essere per forza veritiera, altrimenti non sarebbe più libera in termini completi.

Obiettivi

Il laboratorio si pone l'obiettivo di portare l'allievo ad una maggiore consapevolezza del corpo, del respiro e della voce con la sua connessione psicofisica, ad una maggiore capacità di rilasciare la voce piuttosto che trattenerla o spingerla, alla capacità di creare spazio all’interno del corpo attraverso l’aria, all’allenamento del muscolo dell’immaginazione, al rafforzamento della voce attraverso i risuonatori e all'acquisizione degli strumenti che aiutano ad articolare in modo preciso e con poco sforzo.

Risultati previsti

Risultati previsti: il collocamento della voce nel suo habitat corpo in maniera più profonda, lo scioglimento di abitudini obsolete, la capacità di creare e ricreare impulsi comunicativi, la consapevolezza delle vibrazioni sonore, la capacità di fare dei viaggi immaginativi all’interno del proprio corpo per comunicare direttamente con il sistema propriocettivo, l’entità alla quale risponde la voce, il rafforzamento del muscolo immaginativo, una voce più ampia con la capacità di viaggiare nei risuonatori e con un'estensione maggiore.
L’allievo avrà gli strumenti, dopo esserne stato introdotto dal docente, di poter percorrere anche da solo passo dopo passo i vari tasselli della progressione di lavoro, per approfondire il materiale e per riscaldarsi prima di un lavoro attoriale.

Topic

  1. La consapevolezza del corpo
  2. Il ritmo del respiro naturale
  3. Il sospiro di sollievo
  4. Il tocco del suono – le origini del suono
  5. La divulgazione delle vibrazioni nel corpo
  6. Liberare il canale – sciogliere mandibola e lingua e tonificare il palato molle

Avvertenze

Per la frequenza è necessario disporre di un computer oppure di un cellulare. In entrambi i casi si consiglia di scaricare la app Zoom. Il computer è preferibile, perché permette di vedere in contemporanea tutti gli altri partecipanti e dà luogo ad un'effettiva lezione completamente interattiva. Senz’altro il lavoro online limita alcuni processi così come immaginiamo che avvengano, ma in cambio ne permette altri decisamente interessanti e altrettanto efficaci da un punto di vista dell'apprendimento. Permette di stare nel proprio ambiente grazie al quale il contatto con il respiro è più facilmente canalizzabile in impulsi comunicativi effettivamente in relazione con la realtà e crea un dialogo interessante (talvolta anche più aperto e profondo) con gli altri partecipanti con cui si è in contatto virtualmente.

Dicono di questo corso e della docente

Margarete è stata molto disponibile e attenta a tutto. Ha saputo coinvolgerci e ascoltarci, creando un bel dialogo e un gruppo che lavorava bene insieme. Ci ha reso curiosi e sempre più desiderosi di scoprire il nostro corpo e il metodo. Mi ha aiutato davvero tanto a sbloccarmi e nonostante sappia che sia un percorso lungo che richiede molto tempo, i primi risultati si vedono già.

L'insegnante Margarete è molto disponibile e personalmente l'ho trovata molto preparata sia a livello umano che a livello di conoscenze. È un'ottima ascoltatrice,capace di abbracciare i dubbi di tutti gli studenti del corso spronandoci a fare del nostro meglio senza pretendere troppo da noi stessi.

Direi che Margarete Assmuth è una "professionista della voce", competente e con un grande bagaglio di conoscenze alle spalle.
L'approccio, dal mio punto di vista, è molto innovativo, originale e, a tratti, "spaesante": offre, infatti, un percorso dentro la voce con esercizi e informazioni per me non comuni. MI ha aiutato a scoprire una serie di legami a cui non avevo pensato, anticipando che la strada per liberare la propria voce è lunga, ma realizzabile. Margarete è stata disponibile, attenta, capace di ascoltare i riscontri di ognuno.

La docente è sempre stata in grado di spiegare al meglio e di coinvolgere il più possibile tutti quanti arricchendo il corso anche con momenti di condivisione reciproca riguardo la lezione e le proprio sensazioni, riuscendo a creare un gruppo in remoto.

La docente si è dimostrata molto competente e con delle capacità pedagogiche notevoli in quanto ha saputo rendere il suo lavoro un percorso introspettivo e utile per ciascun allievo, nonostante la nostra classe fosse formata da un gruppo eterogeneo di persone di diverse età ed esperienze di vita.

Consiglierei, e sto consigliando, assolutamente questo corso indipendentemente dal proprio percorso lavorativo.

Gli argomenti che ti hanno appassionato di più?

- Lo sviluppo della propiocezione del nostro corpo attraverso l'uso di immagini.

- Mi ha particolarmente appassionata la lezione sulla meditazione da sdraiati, l'ho trovata molto utile per comprendere quanto la ricerca di sé e della pace interiore sia fondamentale per poter ascoltare le parole del personaggio che bisogna interpretare,senza perdere tracce di sé.

- Il viaggio nel corpo da sdraiato attraverso l'immaginazione, il percorso per sentire il ritmo del respiro naturale, la ricerca degli stimoli per dei sospiri di sollievo autentici, il "giusto" modo di sbadigliare con il ruggito animale, gli esercizi di scioglimento della lingua e in generale tutte le immagini usate per avere un'idea visiva di quello che succede con la respirazione nel nostro corpo.

E' stata una vera rivelazione. Sia perché ho potuto provare un metodo molto interessante che ti permette di entrare in contatto con il corpo e con te stesso (e di per sé questa è già una crescita artistica) e anche perché ho compreso di avere naturalmente tutte le capacità.

La materia in sè e piccoli accenni e commenti dell’insegnante mi hanno aiutata a cambiare il mio modo di analizzarmi, contribuendo a diminuire il giudizio costante che ho di me stessa.

Il sospiro di sollievo unito alla voce è geniale, mi aiuta ora a pensare la mia voce connessa al plesso solare ed è fantastico. Inoltre, la consapevolezza anatomica del corpo è una strada utile da percorrere per conoscere sempre più anche lo strumento fonatorio.

Ho imparato a comunicare con gli altri, partendo dagli aspetti positivi e non sempre da una percezione negativa.

Ho imparato a fare un passo indietro e ascoltare prima gli altri.

Come spesso succede i corsi lasciano qualcosa. Si conoscono persone nuove e si abbattono barriere sociali.

Essendo un corso in cui si lavora molto sulla percezione del corpo e sul rilassamento è stato in un certo senso terapeutico.

Per chi, come me, vive distante ed ha altri lavori, online è sicuramente la soluzione migliore. Permette di conciliare tutto e non perdere niente, in quanto anche lavorare online e super funzionale.

Il corso online è certamente più comodo dal punto di vista logistico (risparmi tempo nei trasporti) e puoi partecipare anche da una sede lontana rispetto al quella della scuola che offre il corso.

DSCF2022 ph Marina Alessi web