EXTRACURRICULARI / SERALI E OPEN CLASS / ONLINE

EX-TRA

All'attore (on line)

Recitazione attraverso la tecnica Michael Chekhov

EXTRACURRICULARI / SERALI E OPEN CLASS / ONLINE

EX-TRA

All'attore (on line)

Recitazione attraverso la tecnica Michael Chekhov

All'attore (on line)

Dalla complessità della recitazione alla semplicità del gioco

Il corso si articola offrendo i principi base della tecnica Chekhov: dalla relazione tra corpo, energia ed emotività, al lavoro sull’invisibile, alla connessione con l’umano ed il sentire, al risveglio dell’ “individualità creativa” e del talento.
Il lavoro è destinato a chiunque abbia un desiderio reale di confrontarsi con questa tecnica o lo abbia già fatto, e sia pronto a lavorare con determinazione e mettendosi in gioco perché desidera profondamente sperimentarsi o migliorarsi. A qualunque età ed essendo o meno: attore/attrice, danzatore/trice, cantante, drammaturgo/a, regista.

E' il secondo corso del ciclo che si svolge il lunedì: 'I grandi metodi'.

a cura di Francesca Tomassoni

date: 27 febbraio - 3 aprile 2023

180 €

L'ammissione è a costo zero.
Il costo è di € 180
:
il pagamento si effettua tramite MAV o carta di credito contestualmente all'iscrizione (clicca per ulteriori informazioni: Modalità di pagamento).
Il nostro Ente non ha l'obbligo di emettere fatture: in caso si prega di farne richiesta al momento del pagamento e in ogni caso non oltre il termine del mese in cui questo viene effettuato.

Scadenza 26 gennaio 2023 - procedura esclusivamente on line

Per iscriversi all'ammissione:
cliccare il link indicato (barra arancione), allegando CV (non solo relativo ad eventuali esperienze teatrali, ma generale), completo di foto tessera, in PDF + breve lettera motivazionale in PDF (si vedano indicazioni a seguire alla voce MODALITA' DI AMMISSIONE.
La comunicazione dell'esito dell'ammissione avviene tramite email il 3 febbraio 2023 circa.

Valutazione della documentazione presentata

L'ammissione avviene sulla base della documentazione presentata:
valutazione del CV + valutazione della lettera motivazionale + verifica ordine di arrivo dell'iscrizione all'ammissione completa e correttamente caricata. Nella lettera motivazionale devono essere descritti prevalentemente i propri obiettivi formativi: cosa ci prefigge di imparare e perché.
La comunicazione dell'esito dell'ammissione avviene tramite email il 3 febbraio 2023 circa.

Comunicazione ammessi: 3 febbraio 2023 (email) /
Scadenza iscrizione corso per gli ammessi: 9 febbraio 2023 (procedura esclusivamente on line)

Per iscriversi al corso:
effettuare l'iscrizione on line + il pagamento del corso, seguendo le istruzioni che si ricevono via email nella comunicazione di avvenuta ammissione.
E' previsto immediato subentro della lista d'attesa in caso di rinuncia o di non iscrizione entro i termini.

Frequenza: Obbligatoria

Si rilascia attestato di frequenza.
Assenze: è necessario non avere superato il 25% del monte ore per ricevere l'attestato.

Non è possibile recuperare in alcun modo le assenze fatte
, né come monte ore, né come contenuti. Si sconsiglia quindi l'iscrizione al corso se si sa di non poterlo frequentare nella sua interezza, lasciando il posto a chi invece è in grado di garantire la propria presenza a tutte le lezioni.

Si richiede la massima puntualità.
In caso di ritardo, per tutelare il lavoro in corso e gli allievi presenti, è facoltà del docente permettere l'accesso in sala subito o eventualmente alla prima pausa utile, ma non la partecipazione attiva alla lezione.

E' richiesta la completa disponibilità a preparare
tra una lezione e l'altra quanto eventualmente assegnato dal docente.

Il corso si svolge interamente online su piattaforma Zoom. E' consigliabile seguirlo con un computer invece che con un device (ma è comunque possibile utilizzare device), in uno spazio in cui sia possibile alzarsi in piedi, muoversi liberamente dentro il raggio di ripresa della webcam ed essere soli.

Descrizione

Come si può racchiudere nelle parole una tecnica tutta da sperimentare? Non si può. Prima va sperimentata, poi letta, poi studiata. Solo poi.

In questo corso si cercherà di toccare alcuni aspetti della vastità che questa tecnica rappresenta. Lavora sull’umano ancor prima che sull’artistico. Sull’attore che interpreta il personaggio, più che sul personaggio stesso. Sull’universale più che sull’individuale.

Nelle sei serate gli allievi si confronteranno con gli strumenti che la tecnica mette a disposizione dell’attore per trasformarsi facilmente in tante psicologie diverse, incorporando tipi e personaggi, sentimenti diversi ed abitando un’infinità di impulsi pronti ad essere tradotti in azioni, in gioco, in messe in scena.

Si lavorerà innanzitutto sull’ascolto, di sé, dell’altro, del testo e del personaggio, della vita che scorre dietro e dentro tutto ciò.

E si lavorerà sull’esprimere tutto questo che si è ascoltato, in un gioco concreto.

Ci si affiderà e si sperimenteranno i gesti psicologici, le azioni fondamentali, le sensazioni, le direzioni dell’energia, i centri immaginari, l’incorporare immagini, le qualità di movimento, e tutti quegli strumenti estremamente utili che questa tecnica mette a disposizione.

La docente farà sapere per tempo ai candidati selezionati quale opera di riferimento si prenderà da spunto/pretesto per il lavoro on line.

Dopo una prima parte legata al training sui vari elementi si passerà a giocare col gruppo con improvvisazioni connesse a scene e personaggi, aprendo il testo, scomponendolo, trovando quella vita che lo sostiene, al di là delle parole.

Si sperimenterà una dimensione forse sconosciuta a qualcuno, che porterà a non pensare in scena, ma a lasciare che accada. Senza le domande assillanti: “Come la dico?” “Che significa?” ecc. ecc… Ma essendo completamente nella ricezione ed espressione, in modo estremamente semplice e privo di maschere o psicologia.

Obiettivi

Non si può né soffrire né mentire, in scena. Non serve restare nello “psicologico”, nel “dramma della vita”. Serve forse di più far emergere una “coscienza attoriale” per lasciar andare la complessità a favore di una semplicità disarmante e bella, per giocare seriamente ed essere pronti ad andare oltre al razionale, nel sentire, nel non conosciuto, e per avvicinarsi ad un’autenticità che esprima al meglio la vita del personaggio. 'Sentire la bellezza...' Non importa se le parole sono quelle di Shakespeare, di Chekhov, di Ionesco o di Beckett. Bisogna entrarci, bisogna mettere in piedi la parola scritta. Bisogna far vivere quel mondo, sentirlo ed esprimerlo, portandosi dietro un corpo vivo, in grado di ascoltare e di seguire gli impulsi.

Topic

  • Lavorare sulle due parti e nutrirle entrambe: quella umana e quella artistica.
  • Lavorare sugli strumenti della tecnica, dal “corpo energetico” ai “centri immaginari” alle “direzioni”, le “sensazioni”, il “gesto psicologico”, le “azioni fondamentali”.
  • Abitare la trasformazione in scena.
  • Entrare ed uscire con facilità da emozioni e personaggi.
  • Lavorare sulle scene proposte analizzandole attraverso la “struttura aperta” ( o “di gioco”), senza immedesimazione col personaggio.
  • Far vivere il corpo in scena, esprimere il proprio gioco attraverso di esso, essendo in grado di ricevere ed ascoltare gli impulsi che lo attraversano.
  • Lasciar andare le rigidità in scena, lavorare senza tensione (“sentimento di facilita”)
  • Divenire permeabili, darsi la possibilità di sentire, di ricevere, di incorporare: immagini, emozioni, direzioni, psicologie.
  • Lasciar andare la declamazione, ogni forma di machera, a favore di una recitazione più autentica e vicina a sé (“sentimento di bellezza”).
  • Avere degli strumenti concreti per preparare un personaggio, approcciarsi ad una scena, o ad uno stralcio di sceneggiatura per un provino.
  • Conoscere l’analisi del testo, senza la quale non ci può essere comprensione verso la parola scritta.
  • Liberarsi dei legami tra vita privata e vita artistica, lasciando fuori dalla sala le proprie esperienze e ricordi.

Acquisizione di abilità artistiche e creative

"Al termine della settimana di lavoro sarete in grado di piangere, ridere, essere tristi o arrabbiati, provare paura, sentire il cuore come un blocco di ghiaccio o un'atmosfera di pericolo; vi sentirete innamorati, allegri, vittoriosi o qualunque compito richieda il copione, il personaggio, il provino che state preparando o le prove a teatro. Senza passare per una dimensione psicologica/ individuale e quindi uscendone istantaneamente e privi di inquinamento per il livello emozionale. Sarete invece pieni di energia creativa.
Tutto questo richiede un'estrema fiducia e la capacità di lavorare con l'invisibile: paradossalmente se accompagnati da questa fiducia la tecnica risulta semplice e i risultati estremamente pratici, benché al tempo stesso profondi ed indelebili. Perché come diceva M. Chekhov: il corpo contiene tutte le esperienze e ricorda tutto". Francesca Tomassoni

Risultati previsti

Al termine di questo corso si conosceranno gli strumenti della tecnica, che si potranno integrare alle proprie conoscenze per prepararsi nel lavoro attoriale. I partecipanti si potranno avvalere di questi strumenti per lavorare su un testo e per comprenderlo meglio, e per allenarsi quotidianamente nell’interpretazione. Una tecnica è senz’altro un potenziometro delle proprie capacità e mira ad accedere al proprio talento e a ricreare quel processo di “ispirazione”, di solito così sfuggente, in maniera da farne un elemento ordinario e non straordinario del proprio lavoro.

Risoluzione di problemi/blocchi artistici o creativi

"Come artisti abbiamo bisogno che il nostro canale espressivo sia limpido e libero da blocchi, da veleni. La tecnica Michael Chekhov ci fa attingere a questo canale e lo pulisce rendendoci artisti creativi.
Noi dobbiamo poter vivere tante vite e trasformazioni senza paura di rimanerne intrappolati e senza che questo pregiudichi la nostra vita privata, che resta fuori dalla sala." Francesca Tomassoni

Piattaforma utilizzata

Le lezioni indicate sopra si terranno sulla piattaforma Zoom.
Si richiede una connessione stabile e possibilmente l'uso dell'applicazione su computer e non su device (è un consiglio: in ogni caso sarà possibile seguire e partecipare alle lezioni anche via smartphone o device).

DSCF6815 ph Marina Alessi web