SERALI E OPEN CLASS / CORSI BREVI

Recitazione Over 30

Corso di recitazione base per adulti

SERALI E OPEN CLASS / CORSI BREVI

Recitazione Over 30

Corso di recitazione base per adulti

Recitazione Over 30

Il corpo dell'attore tra poesia e monologo

a cura di Francesca Gatto, Umberto Petranca

Date del corso: 30 novembre 2018 - 15 marzo 2019

Il corso si rivolge a quanti, adulti, vogliano entrare in contatto con gli strumenti offerti dal teatro per sviluppare il proprio potenziale creativo e la propria qualità di presenza e comunicazione: principianti assoluti, ma anche "veterani" che desiderino concedersi uno spazio privilegiato di approfondimento. L'importante è tenere presente che non si tratta di un corso professionalizzante, ma della proposta di percorsi, ogni anno differenti, dove "godere" di pratiche recitative senza alcuna pressione verso risultati da raggiungere, ma al tempo stesso senza risparmiarsi negli sforzi e nella disciplina necessari all'apprendimento di queste e al miglioramento delle proprie capacità espressive che ne può derivare.

Dscf0461 Phmarinaalessi Web

Descrizione
L'edizione 2018-19 di Recitazione Over 30 offre un duplice percorso interpretativo: verso l'interpretazione della parola poetica e poi verso quello della parola drammatica, seguendo due scuole di pensiero e due docenti e l'unico filo conduttore del corpo dell'attore che impara a lasciarsi attraversare da quello della poesia.

Prima parte:
Il Corpo e il Suono (21 h)
a cura di Francesca Gatto

Il modulo si propone di mettere in pratica il metodo mimesico di Orazio Costa Giovangigli, con ogni probabilità unico pedagogo teatrale italiano a inventare e sperimentare in Italia un metodo personale, modificando l’insegnamento appreso negli anni '30 del Novecento dal grande J. Copeau a Parigi.
Il metodo mimesico si fonda sulla danza e sulla capacità dei bambini di immedesimarsi: "facciamo che io ero il treno…"
Partendo dalla improvvisazione-imitazione di elementi naturali (un ricordo, una cosa osservata in passato) e quindi dall’esperienza corporea che se ne genera, si arriverà a esplorare il senso-suono delle parole attraverso la loro sonorità e si lavorerà su testi poetici, soprattutto quelli della grande tradizione romantica europea dove sono forti i legami e le corrispondenze tra l’Uomo e la Natura.

Seconda parte:
Il Monologo: funzione, azione, interpretazione (21 h)
a cura di Umberto Petranca

Il modulo offre un percorso formativo focalizzato sul monologo teatrale, in cui verranno analizzate le funzioni e la storia del monologo all’interno della drammaturgia teatrale, la sua struttura e le sue valenze espressive. Attraverso un percorso di analisi del testo e studio del materiale drammaturgico ogni partecipante giungerà all’interpretazione di un monologo teatrale liberamente scelto.

Obiettivi
Il corso vuole lavorare a una propedeutica per l'attore che predisponga alla comprensione del testo e allo scioglimento di eventuali blocchi emotivi e fisici nel lavoro, così da prendere confidenza nel proprio sé attoriale e potenziarne le capacità espressive. Inoltre si intendono offrire alcuni basilari strumenti con cui affrontare la scena e il confronto con il pubblico.

Acquisizione di abilità specifiche
Il Corpo e il Suono
Acquisizione di scioltezza corporea, agilità, disinvoltura; acquisizione della consapevolezza del proprio corpo e delle sue potenzialità espressive; acquisizione di dimestichezza con le parole; acquisizione dell'abilità ad un lavoro di gruppo ottimale (in termini di ascolto e di supporto).

Il Monologo
Particolare attenzione sarà rivolta all'approfondimento di quegli aspetti delle tecniche d'attore in relazione al monologo e al personaggio interpretato.

Dice Francesca Gatto:
«Personalmente ho studiato in Accademia Silvio D’Amico per un anno con il Maestro Costa, 6 ore ogni mattina, ricavandone un insegnamento fondamentale che poi ho potuto modulare a mio piacimento nel lavoro professionale. Costa è stato il maestro ad esempio di Gabriele Lavia, Roberto Herlitzka, Gian Maria Volontè e, saltando generazioni, di Pierfrancesco Favino, Fabrizio Gifuni, Alessio Boni e molti altri. Questo modo di lavorare si adatta perfettamente ad allievi professionisti e a persone che non sanno nulla di teatro; ho portato questo lavoro per anni anche all’Università di Roma La Sapienza come laboratorio pratico dell’insegnamento teorico della cattedra il Lavoro dell’attore, con le docenti Mara Fazio e Sonia Bellavia».

Dice Umberto Petranca:
«La contaminazione tra ambiti del sapere, esperienze di vita e conoscenze diverse è per me un valore fondante che arricchisce la mia attività di attore e formatore teatrale. Molto spesso i "cortocircuiti creativi" che nascono dall'accostamento di discipline solo apparentemente lontane quali, per esempio, l'osservazione della natura e la didattica teatrale forniscono l'accesso a potenziali personali inaspettati e fertili. Io sono un attore, diplomato alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, passato per il perfezionamento internazionale Ecole des Maitres, che ha avuto la fortuna di lavorare con alcuni tra i più importanti registi italiani e vincere il Premio Ubu come "Miglior attore under 30" nel 2015, ma sono anche diplomato Guida Ambientale Escursionistica e sono tra i fondatori dell'associazione culturale "Walking in fabula - Percorsi tra natura e teatro" dove escursionismo, natura e ricerca teatrale si incontrano. E' a partire da questo sguardo allargato che affronteremo il lavoro».

310,00 €

L'ammissione è a costo zero.
Il costo del corso è di € 310
:
il pagamento si effettua tramite MAV o carta di credito contestualmente all'iscrizione (clicca per ulteriori informazioni: Modalità di pagamento).
Il nostro Ente non ha l'obbligo di emettere fatture: in caso si prega di farne richiesta al momento del pagamento e in ogni caso non oltre il termine del mese in cui questo viene effettuato.

Scadenza: 31 ottobre 2018 - procedura esclusivamente on line

Per iscriversi all'ammissione:
cliccare il link indicato (barra arancione), allegando CV (non solo relativo ad eventuali esperienze teatrali, ma generale), completo di foto tessera, in PDF + lettera motivazionale (1500 max spazi inclusi), in PDF.
La comunicazione dell'esito dell'ammissione avviene tramite email l'8 novembre 2018 circa.

Valutazione della documentazione presentata

L'ammissione avviene sulla base della documentazione presentata:
valutazione del CV + valutazione della lettera motivazionale + verifica ordine di arrivo dell'iscrizione all'ammissione completa e correttamente caricata. Nella lettera motivazionale devono essere descritti prevalentemente i propri obiettivi formativi: cosa ci prefigge di imparare e perché.

Scadenza: 15 novembre 2018 (solo gli ammessi) - procedura esclusivamente on line

Per iscriversi al corso:
effettuare l'iscrizione on line + il pagamento del corso, seguendo le istruzioni che si ricevono via email nella comunicazione di avvenuta ammissione.
E' previsto immediato subentro della lista d'attesa in caso di rinuncia o di non iscrizione entro i termini.

Frequenza: Obbligatoria

Si rilascia attestato di frequenza.
Assenze: è necessario non avere superato il 25% del monte ore per ricevere l'attestato.

Non è possibile recuperare in alcun modo le assenze fatte
, né come monte ore, né come contenuti. Si sconsiglia quindi l'iscrizione al corso se si sa di non poterlo frequentare nella sua interezza, lasciando il posto a chi invece è in grado di garantire la propria presenza a tutte le lezioni.

Si richiede la massima puntualità.
In caso di ritardo, per tutelare il lavoro in corso e gli allievi presenti, è facoltà del docente permettere l'accesso in sala subito o eventualmente alla prima pausa utile, ma non la partecipazione attiva alla lezione.

E' richiesta la completa disponibilità a preparare
tra una lezione e l'altra quanto eventualmente assegnato dal docente.