SERALI E OPEN CLASS / CORSI PROPEDEUTICI

Propedeutico di Recitazione

Propedeutica e orientamento al mestiere dell'attore

Propedeutico di Recitazione

Grammatica teatrale e training attoriale

a cura di Chiara Claudi, Sara Fenoglio, Erika Marino, Riccardo Mallus, Patrizia Punzo, Luca Rodella

Date del corso: 19 novembre 2018 - 21 maggio 2019

Il Propedeutico di Recitazione della Scuola Paolo Grassi è un corso di avvicinamento al teatro e al lavoro dell’attore. E’ studiato per far compiere corretti, graduali e organici ‘primi passi’ sulla scena e per offrire al contempo un servizio di orientamento al mestiere dell'attore, di conoscenza dell'universo teatro e di interrogazione sulle proprie attitudini professionali. Non è in alcun modo da intendersi come un corso sostitutivo di un corso professionale, ma offre un'opportunità di esplorazione pre-professionale per chi, a vario titolo, non possa impegnarsi a tempo pieno.

Dscf0429 Phmarinaalessi Web

Obiettivi
I modulo

Sviluppo di specifica sensibilità teatrale volta alla ricerca di credibilità scenica e consapevole della complessità dei processi su cui si fonda l'apprendimento delle tecniche teatrali.
II modulo

Applicazione dei primi elementi di approccio al "testo", relativi alla messa in scena e alla recitazione di una scena teatrale (monologo e/o dialogo).

Insegnamenti
Recitazione, Voce, Movimento.

Acquisizione di abilità specifiche
Uso dell’improvvisazione per lo sviluppo di espressività e logica narrativa; organizzazione di sequenze di azioni drammatiche; primi passi nell'utilizzo funzionale di corpo e voce (ma anche avviamento del processo di riabilitazione funzionale e complessiva del proprio strumento in caso di rigidità e confusioni precedentemente "accumulate"); richieste di formalizzazione esecutiva secondo criteri esplicitati.

Risultati previsti
Data la delicatezza costitutiva dei processi appena descritti, le poche ore a disposizione e la natura eterogenea dei gruppi di lavoro, progressi significativi e consistenti dipenderanno esclusivamente dall’impegno in termini di presenza, puntualità, disponibilità e studio individuale da parte degli allievi.
Le competenze maturate saranno quindi, a seconda della risposta di ciascun allievo, al confine tra la consapevolezza di quale sia la grammatica di base nell'approccio al palcoscenico e la capacità di
applicarla. Inoltre si vorrà dare una visione di quale siano gli standard minimi da raggiungere se si volesse affrontare successivamente un iter di professionalizzazione (con la maggior oggettività possibile, indicando i passi di apprendimento necessari e gli sforzi e le difficoltà che questi comporterebbero per ciascun allievo).

Topic
I modulo

  1. Coscienza di sé nello spazio, in relazione al partner e al gruppo.
  2. Esplorazione dei propri strumenti espressivi (anche in relazione alle tecniche voce e movimento).
  3. Ascolto e attenzione individuale.
  4. Ascolto e attenzione di gruppo.
  5. Ascolto, attenzione, e relazione di coppia.
  6. Individuazione della linea di conflitto all'interno di una scena drammatica e primi approcci alla stessa attraverso l'uso dell'improvvisazione.
  7. Sviluppo di un immaginario che possa permettere la costruzione organica del gesto in reazione alle immagini create.
  8. Sviluppo delle dinamiche corpo-voce-spazio e della creazione d’ensemble.

II modulo

  1. Primi elementi di analisi del testo drammatico: circostanze, conflitto, azione, obiettivo.
  2. Traduzione fisica di essi: postura, apertura, bersagli.
  3. Arco scenico e personaggi
  4. Solitudine e coralità scenica.
  5. L'immaginario dell'attore parallelo al testo dell'autore.
  6. Coordinamento: parlato, movimento, relazione, ascolto.
  7. Sviluppo delle dinamiche espressive della voce (training voce).
  8. Sviluppo delle dinamiche espressive del movimento (training movimento/danza).
  9. Formalizzazione esecutiva.

Ciascun modulo costituisce un unicum formativo (rispetto ai materiali utilizzati e alla compiutezza del programma svolto). A fine I modulo non sono previste valutazioni finali individuali, ma feedback di gruppo sul lavoro svolto durante le ultime lezioni. A fine II modulo è previsto un colloquio finale individuale in data aggiunta alle 60 h previste.

Pezzi per colloquio-audizione Propedeutico Recitazione 2018-19