SERALI E OPEN CLASS / LABORATORI FORMATORI

Il teatro nella relazione d'aiuto

Teatro e cura

SERALI E OPEN CLASS / LABORATORI FORMATORI

Il teatro nella relazione d'aiuto

Teatro e cura

Il teatro nella relazione d'aiuto

Seminari sulle tecniche teatrali al servizio del disagio psichico

a cura di Azzurra Fiume Garelli, Riccardo Ballerini

Date del corso: 14 dicembre 2018 - 13 aprile 2019

Tecniche e conoscenze pratiche e teoriche per progettare, condurre e valutare percorsi di espressione teatrale, da realizzare autonomamente e/o all'interno di equipe socio-sanitarie e educative.

Dscf1769 Phmarinaalessi Web

I seminari, distribuiti su quattro venerdì e sabato durante l'anno, saranno strutturati in tre aree tematiche: Basi Teoriche: Elementi di psicopatologia, la Drammaterapia - storia, evoluzione e campi d’applicazione. Conduzione di gruppo: Tecniche di conduzione di gruppo, il duplice ruolo del conduttore leader e attore, comprensione delle principali dinamiche gruppali. Tecniche teatrali: Fondamenti di recitazione, l’utilizzo dell’arte drammatica nella relazione d’aiuto, lo spazio scenico come luogo di indagine, il corpo che parla, il testo teatrale e la sua funzionalità.

Obiettivi
Trasferire tecniche e conoscenze pratiche e teoriche che permettano di progettare, condurre e valutare percorsi di espressione teatrale, da realizzare autonomamente e/o all'interno di equipe socio-sanitarie e educative.

Contenuti generali
I contenuti che verranno affrontati coinvolgeranno principalmente due aree che delineano due momenti di studio e lavoro differenti: a) Area psicologica e psicoterapeutica legata all’espressività e all’Arteterapia. b) Area espressivo artistica: l’Arte Drammatica.
a) Area psicologica e psicoterapeutica legata all’espressività e all’Arteterapia. L’unità didattica include studio, riflessione, approfondimento ed esercitazioni pratiche sui seguenti argomenti: Definizione della Drammaterapia: Gioco, Teatro, Rito; elementi ludici, teatrali e rituali. Analogie e differenze tra la Dt e altremodalità di TA (TeatroApplicato): psicodramma, playbacktheatre, teatrosociale, teatroterapia. Elementi di Psicologia e pedagogia teatrale. Si pone gli obiettivi di:

  • accompagnare con chiarezza il passaggio di soglia tra realtà drammatica e realtà ordinaria;
  • riconoscere i bisogni di individui e gruppi e proporre strumenti drammatici per esprimerli ed elaborarli;
  • sostenere e accompagnare l’esplorazione da parte degli individui del proprio repertorio di ruoli, anche attraverso l’interazione scenica in prima persona;
  • aiutare gli utenti a scoprire, attraverso l’esperienza drammatica, le proprie risorse creative e le proprie capacità di resilienza;
  • favorire la possibilità di formarsi e nutrirsi come artisti, stimolandole parti sane e le proprie risorse.

b) Area espressivo artistica: l’Arte Drammatica. L’unità didattica include studio, riflessione, approfondimento ed esercitazioni pratiche sui seguenti argomenti: Arte Drammatica, laconoscenza delle tecniche recitative, espressive, spazio scenico e i diversi approcci pedagogici. Offrire una panoramica sulle fondamentali conoscenze per affrontare la scena, sapendo preparare il corpo artistico dell’attore che diventa corpo poetico e atletico, avendo consapevolezza del proprio corpo e del proprio corpo nello spazio,cosa può e sa raccontare. La voce strumento primario dell’attore ed il respiro come mezzo capace di indagare il pensiero, sostenere il corpo e la voce.

Acquisizione di abilità specifiche
Competenze nell’utilizzo di tecniche teatrali e di Drammaterapia, un’adeguata conoscenza dei principali disagi psichici e di come interpretarli nel lavoro espressivo e teatrale, capacità di lettura e conduzione di un gruppo, capacità di pensare e favorire progetti adeguati al contesto specifico. La capacità di saper affrontare il gruppo con la dovuta leggerezza e capacità di lettura delle dinamiche mantenendo sempre un approccio ludico che possa agevolare le relazioni e la libera espressione. La possibilità di essere un conduttore preparato, dinamico e moderno, al centro del lavoro.

Risultati previsti

  • gestione di paura ed ansia sulla scena;
  • analisi testuale e comprensione del testo e della funzione del personaggio;
  • affrontare lo studio del personaggio e l’interpretazione;
  • ascolto di se e degli altri: stimolare la relazione e la comunicazione;
  • nutrire, con metodo, fantasia e creatività: la cura dell’artista.

Topic
Primo seminario -
Emozioni: riconoscerle, gestirle, agirle.
Secondo seminario -

Il Corpo: comprensione ed esplorazione. Dal corpo sentito al corpo Poetico.
Terzo seminario -

Ruoli: comprensione, gioco ed interpretazione dei nostri ruoli interiori.
Quarto seminario -

Narrazione: Il viaggio dell’eroe.

280,00 €

L'ammissione è a costo zero.
Il costo del corso è di € 280
:
il pagamento si effettua tramite MAV o carta di credito contestualmente all'iscrizione (clicca per ulteriori informazioni: Modalità di pagamento).
Il nostro Ente non ha l'obbligo di emettere fatture: in caso si prega di farne richiesta al momento del pagamento e in ogni caso non oltre il termine del mese in cui questo viene effettuato.

Scadenza: 13 novembre 2018 - procedura esclusivamente on line

Per iscriversi all'ammissione:
cliccare il link indicato (barra arancione), allegando CV, completo di foto tessera, in PDF + lettera motivazionale in PDF.
La comunicazione dell'esito dell'ammissione avviene tramite email il 19 novembre 2018 circa.

Valutazione della documentazione presentata

L'ammissione avviene sulla base della documentazione presentata:
valutazione del CV+ valutazione della lettera motivazionale + verifica ordine di arrivo dell'iscrizione all'ammissione completa e correttamente caricata.

Scadenza: 26 novembre 2018 (solo gli ammessi) - procedura esclusivamente on line

Per iscriversi al corso:
effettuare l'iscrizione on line + il pagamento del corso, seguendo le istruzioni che si ricevono via email nella comunicazione di avvenuta ammissione.
E' previsto immediato subentro della lista d'attesa in caso di rinuncia o di non iscrizione entro i termini.

Frequenza: Obbligatoria

Si rilascia attestato di frequenza.
Assenze: è necessario non avere superato il 25% del monte ore per ricevere l'attestato.

Non è possibile recuperare in alcun modo le assenze fatte
, né come monte ore, né come contenuti. Si sconsiglia quindi l'iscrizione al corso se si sa di non poterlo frequentare nella sua interezza, lasciando il posto a chi invece è in grado di garantire la propria presenza a tutte le lezioni.

Si richiede la massima puntualità.
In caso di ritardo, per tutelare il lavoro in corso e gli allievi presenti, è facoltà del docente permettere l'accesso in sala subito o eventualmente alla prima pausa utile, ma non la partecipazione attiva alla lezione.

E' richiesta la completa disponibilità a preparare
tra una lezione e l'altra quanto eventualmente assegnato dal docente.