SERALI E OPEN CLASS / LABORATORI TEMATICI

Scrivere un testo teatrale dalla teoria alla pratica

SERALI E OPEN CLASS / LABORATORI TEMATICI

Scrivere un testo teatrale dalla teoria alla pratica

Scrivere un testo teatrale dalla teoria alla pratica

Composizione di un testo teatrale a partire da un'idea originale o dall'adattamento di un'opera di narrativa

a cura di Giulia Tollis

Date del corso: 2 dicembre 2017 - 3 marzo 2018

Laboratorio di approfondimento per applicare la grammatica base della scrittura teatrale e acquisire degli strumenti di lavoro teorici e pratici per cimentarsi nella composizione di un testo teatrale a partire da un'idea originale o dall'adattamento di un'opera di narrativa.
In dieci incontri l'acquisizione di un metodo di lavoro efficace per padroneggiare un progetto autonomo di scrittura per il teatro.

10 Bw Tollis 2 1

Obbiettivi
Il laboratorio si propone di fornire ai partecipanti strumenti teorici e pratici per elaborare e sviluppare un progetto di scrittura per il teatro a partire da un'idea di partenza, originale o mutuata, e da una forte motivazione a riconoscere nel teatro lo strumento con cui la si vuole raccontare.
Il percorso prevede degli approfondimenti teorici e degli esercizi pratici che forniscano una griglia di lavoro per l'esperienza individuale di scrittura. L'obbiettivo dei dieci incontri non è quello di arrivare alla stesura definitiva di un testo completo, bensì di affrontare il lavoro di preparazione che sta alla base della scrittura delle singole scene. In questo senso il corso mira a fornire tecniche e pratiche di lavoro chiare ed efficaci per affrontare, anche in autonomia, la composizione di un testo teatrale.

Descrizione e contenuti
“Scrivere un testo teatrale dalla teoria alla pratica” è un corso di approfondimento per applicare la grammatica base della scrittura teatrale e acquisire strumenti teorici e pratici utili alla composizione di un testo teatrale a partire da un'idea originale o dall'adattamento di un opera narrativa. Il corso si articola in dieci incontri che serviranno ai partecipanti ad acquisire conoscenze teoriche e strumenti tecnici da applicare a un loro personale progetto di scrittura per il teatro.
Si partirà dalla definizione dell'idea che verrà chiarita ed esplicitata nella stesura di una sinossi e di un trattamento per determinare lo scheletro del testo; si passerà poi alla definizione della successione delle scene, alla continuità non dialogata di tutte le scene previste nel progetto di scrittura e, infine, alla continuità dialogata, di alcune delle scene descritte.
I partecipanti acquisiranno gli strumenti necessari per affrontare il lavoro di preparazione che sta alla base della scrittura delle singole scene: raccontare attraverso una sinossi chiara ed efficace la natura della storia, episodio scatenante, conseguenze, incidenti e risposte drammatiche; inventare e strutturare uno scheletro del testo che sviluppi l'idea drammatica e l'idea tematica del testo; determinare la successione delle scene, le grandi tappe del testo, l'evoluzione degli accadimenti, i climax e le risposte drammatiche in relazione all'effetto che si vuole ottenere sullo spettatore.
Una volta chiara l'architettura del testo, si passerà al primo passaggio del lavoro di adattamento, che consiste nel determinare per ciascuna scena il modo migliore di trasmettere il contenuto. L'ultima fase sarà quella di inserire in alcune delle scene progettate i dialoghi per verificare la coerenza e la resa di quanto ideato. L'obbiettivo dei dieci incontri non è quello di arrivare alla stesura definitiva di un testo completo, bensì di affrontare il lavoro di preparazione che sta alla base della scrittura delle singole scene. In questo senso il corso mira a fornire tecniche e pratiche di lavoro chiare ed efficaci per affrontare, anche in autonomia, la composizione di un testo teatrale.

1ª LEZIONE: excursus sulla gramattica di base della scrittura teatrale

2ª LEZIONE: protagonista, obiettivo, ostacoli; la situazione drammatica

3ª LEZIONE: idea drammatica e idea tematica: tecniche e strumenti

4ª LEZIONE: lo scheletro nella teoria: incidente scatenante, climax, ironia drammatica

5ª LEZIONE: lo scheletro nella pratica: incidente scatenante, climax, ironia drammatica

6ª LEZIONE: la successione delle scene (parte prima)

7ª LEZIONE: la successione delle scene (parte seconda)

8ª LEZIONE: la scena, unità minima del testo drammatico

9ª LEZIONE: il dialogo, l'evoluzione drammatica e domanda ineludibile

10ª LEZIONE: la presentazione formale del testo, suggerimentie conclusioni.

I singoli argomenti verranno affrontati utilizzando contributi teorici e analizzando esempi pratici. Una bibliografia ragionata permetterà ai partecipanti di approfondire tecniche e pratiche trattate anche in autonomia. I partecipanti, guidati dalla docente, applicaranno i contenuti teorici attraverso esercizi mirati, individuali e di gruppo.
Gli esercizi di scrittura per casa, serviranno a rafforzare la comprensione delle regole e degli argomenti affrontati in ogni singolo incontro e permetteranno ai partecipanti di verificare le loro intuizioni rispondendo a consegne precise e cadenzate.

Acquisizione di abilità specifiche
Imparare a dare forma e struttura a un contenuto informale; applicare delle tecniche date e collaudate a un progetto personale. Imparare a servirsi della scrittura non solo come strumento espressivo, ma come tecnica strutturata di rappresentazione della realtà. Imparare a formulare sempre nuove proposte e a sottoporle al giudizio di terzi.
Allenare la costanza e la dedizione per un progetto personale.

Risultati previsti
I partecipanti al termine del corso avranno acquisito strumenti teorici e pratici per affrontare in autonomia il lavoro di preparazione alla stesura di un testo teatrale completo. Avranno appreso tecniche generali che potranno applicare a progetti specifici e saranno in grado di riconoscere e replicare le tappe di lavoro generali alla base della composizione di un testo drammatico. A partire da dei modelli di riferimento, saranno in grado di cimentarsi nella scrittura di una scena teatrale, unità minima del testo drammatico.

Sviluppo di aspetti artistici e creativi
La specificità del corso permette ai partecipanti di mettere a fuoco una proposta creativa, nei suoi contenuti, obiettivi e motivazioni, di discuterla con la docente e con i colleghi e di darle forma e struttura per la scena grazie agli strumenti teorici e pratici acquisiti di lezione in lezione.

Topic

  • dall'idea al testo teatrale
  • tecniche e pratiche di composizione
  • lo scheletro del testo
  • la successione delle scene
  • ironia drammatica

300,00 €

l'ammissione al corso avviene tramite selezione sulla base di CV, lettera motivazionale e presentazione di un sintetico elaborato.
Scadenza iscrizione ammissione:
23 ottobre 2017
.
Per iscriversi all'ammissione è necessario seguire la procedura a partire dal link a destra nella corrente pagina, allegando il proprio CV (dove vi sia la propria foto in formato foto tessera accanto al nome) e una lettera motivazionale, entrambi in formato PDF. L'iscrizione al colloquio d'ammissione è gratuita.

Le selezioni avverranno sulla base della documentazione presentata:
1. un CV sotto forma di una breve biografia, discorsiva che riporti dati anagrafici, occupazione e interessi del candidato;
2. una breve lettera motivazionale, che descriva il rapporto del candidato con la scrittura per il teatro e le ragioni della richiesta di partecipazione al corso;
2 bis. a seguire nella lettera motivazionale (stesso file) si richiede inoltre la stesura di un testo che contenga la descrizione del progetto di scrittura che il candidato vorrebbe sviluppare nel corso, cioè l'idea di partenza del testo teatrale che si aspira a scrivere. La descrizione del progetto deve rispondere in maniera chiara e sintetica a queste tre domande: che cosa si vuole raccontare, perché lo si vuole raccontare e perché lo si vuole raccontare a teatro. L'elaborato non deve superare le tre cartelle editoriali (5.400 battute).
Ai candidati ammessi è richiesta continuità di frequenza, puntualità, interesse e disponibilità a dedicare del tempo alla scrittura nei giorni di intervallo tra un incontro e l'altro.